?

Log in

No account? Create an account
PWP - Pervy Girls

> Recent Entries
> Archive
> Friends
> Profile

Links
Blooming fans
Wicked Games

March 28th, 2004


Previous Entry Share Next Entry
chainer_morgana
03:06 pm - PWP

ed eccomi al mio primo post vero e proprio... mi sembra incredibile che sia proprio questo... in realtà non volevo neanche postarla, ma poi nanakomatsu mi ha convinta (qdi ce la prenderemo tutte con lei caso mai ;) )...

è una PWP, decisamente NC17, pairing Viggo-Sean B. quindi già questo dovrebbe bastare come warning...il linguaggio è un po...beh, come definirlo... un po spinto in certi casi? O:-) quindi se siete sensibili a queste cose non leggetela... :-P

ok, i warning ci sono... quindi...enjoy....

Ed eccomi ancora una volta qui, con una pagina bianca davanti, una foto aperta nell’icona accanto, ed una PWP da scrivere. L’ennesima PWP. La millionesima su Sean e Viggo. Anche le cose che possono farsi hanno un limite… quindi, se non posso sperimentare “nuovi giochini” (perché credo di aver usato già praticamente tutto! ^^;) mi metto a sperimentare un nuovo stile. In italiano non mi viene in mente di aver letto nulla così (vabbè che la mia memoria fa abbastanza schifo), mentre in inglese ne ho letta una e sono rimasta a sbavare sulla tastiera per venti minuti… non so come verrà. Se farà proprio pena prometto che, se volete, la riscriverò normalmente…

Ma ora passiamo alle cose più importanti. Vorrei dedicare questa piccola follia alla mia adorata ariadni  (Ena), che sopporta le mie lamentele, i miei malumori, e, soprattutto, tutte le fic in cui il povero Sean è, come dire, un grandissimo bastardo… grazie mille tata! Visto che per una volta non te lo maltratto! ^_-  Ti voglio bene!

Inoltre a Se’ grazie anche per avermi passato quei due spot…non riuscirò mai a vedere delle lenti e un pacchetto regalo con gli stessi occhi…”sharp as ever”…*stud*

Per la grafica di certe scene prendetevela con nanaosaki , che, a parte farmi fare sogni indescrivibili tutta la notte (quando vengo a slegarti ti ringrazio…^_-), ieri sera in chat mi ha dato delle ideuzze interessanti… o forse lei ha solo detto qualche parola e la mia mente malata si è costruita tutto il resto… sei unica tatina!

grazie a scarletblood , che si è impegnata a farmi da beta nonostante fosse in ufficio! (amore, quando ti licenzieranno ti manterrò io, promesso ;) )

Infine un grazie a nanakomatsu , che, poverina, sono due mesi che aspetta una fic e, oltre a non vederla, sopporta anche che io ne scriva duemila altre… scusa tesoro! Lol!

Ok… e ora cominciamo!

 

 

Potresti rimanere lì per ore, immobile a guardarlo, coi pantaloni che tirano sempre di più, e tuttavia non conoscere ogni dettaglio di quel corpo sensuale. Stai lì, facendo scorrere lo sguardo su quel petto perfetto, su quei capezzoli turgidi che premono contro la stoffa bianca della camicia, e credi che impazzirai se non lo toccherai entro un minuto. Conscio di non poterlo fare, perché anche tutto il resto della sala, tutti i tuoi amici, lo stanno fissando, ma nessuno di loro deve sapere cosa c’è tra voi. Così, rassegnato, chiudi gli occhi, maledicendo in silenzio David per quella scommessa, giurandoti che la farai pagare a Sean per averla persa, e neppure ti accorgi che in realtà stai di nuovo pensando alle scene di qualche minuto prima, alle sue mani strette attorno a quel palo, alla sua pelle nuda contro il metallo freddo, ai suoi fianchi che, a tempo di musica, si strusciano, in un chiaro invito, contro quella sbarra, alla sua eccitazione che solo si intravede oltre i limiti della camicia… ma di colpo sei costretto a tornare alla realtà quando qualche collega inizia a parlarti di qualcosa che non ti interessa minimamente, i tuoi pensieri concentrati sul fatto che stai diventando più duro ogni istante che passa…

 

Dopo interminabili minuti, o forse ore, ormai il tempo per te non ha alcun significato, la sala inizia finalmente a svuotarsi, e sono proprio quelli i momenti più lunghi, mentre butti giù gli ultimi sorsi della tua birra, fissando le persone che lasciano il locale camminando troppo lentamente, e, sapendo che lui ti sta guardando, ti lecchi le labbra con anticipazione.

 

Finalmente siete soli. Sai che il proprietario del locale, un tuo vecchio amico, non vi disturberà per almeno un’ora. Ma Sean di questo non deve venirne a conoscenza. Vuoi sentire in lui l’adrenalina, la paura di essere scoperti. E, se possibile, la sola idea ti eccita ancora di più.

 

Lentamente ti avvicini, accostandoti la sigaretta alle labbra, leccandola lievemente prima di aspirare. Lo stai provocando deliberatamente, senza riuscire a togliere lo sguardo dalla sua eccitazione ora ben visibile. Ma anche lui non è da meno. Resta poggiato con la spalla, le mani strette attorno al metallo, e ti sorride, con quella faccia falsamente innocente, anche se ciò che prova te lo segnala chiaramente la sua lingua che, nervosa, continua a muoversi, ad inumidire quelle labbra che, probabilmente, per troppo tempo hanno ambito le tue. Basta quello a farti perdere il controllo. Acceleri il passo, e con foga lo sbatti con la schiena contro il palo. Non chiedi alcun permesso, non sei in grado di farlo, e, senza troppi riguardi, infili la lingua nella sua bocca calda, assaporandone quasi disperatamente ogni angolo, come se da quello dipendesse la tua vita. Dopo un secondo di esitazione lo senti rispondere, altrettanto bisognoso ed affamato. Succhia il tuo muscolo caldo, lo combatte sensualmente con il suo. Assapori la vodka e il tabacco, ma c’è anche quel qualcosa che ne sa di lui, un gusto unico, che ti fa perdere la testa ogni singola volta che le vostre labbra si sfiorano, quel qualcosa che non hai mai trovato in nessun altro. Senza cui non potresti vivere.

 

Quando di colpo hai le sue mani sul sedere, le vostre eccitazioni che strusciano l’una contro l’altra attraverso i pantaloni, ti rendi conto che stai spingendo contro di lui con tutta la forza che hai, nella speranza di alleviare la sensazione ormai insopportabile del tuo sesso stretto dentro quei maledetti pantaloni di pelle. Ma sai che non può andare così. Se solo il tuo punto caldo sfregherà ancora una volta contro il tessuto non potrai far altro che venire, urlando il tuo sollievo contro il collo dell’uomo. Non è così che deve andare.

 

Riluttante ti scosti, ed inizi ad aprire gli ultimi bottoni ancora chiusi della camicia, con aria casuale, come se non ti importasse nulla del tuo gesto, sapendo bene che questo lo ecciterà ancora di più, e, con tono ancora più casuale, inizi a parlargli

 

-mi hai fatto impazzire, sai? Cristo Sean, sono almeno due ore che sono duro da far male… e tutto per la tua stupida scommessa- hai tenuto tutto il tempo gli occhi fissi sui bottoni, ma quando ti accorgi che sta per ribattere alzi la testa, fissando il tuo sguardo nel suo, dicendogli di tacere -sai a cosa pensavo mentre ero lì?- scuote la testa, anche se, in realtà, conosce benissimo i tuoi pensieri. Il tuo sguardo che intanto è di nuovo sceso, a fissare le tue stesse mani che, finalmente, iniziano a slacciargli i pantaloni -pensavo che avrei voluto assaggiare il tuo corpo, leccare ogni centimetro della tua pelle…- lo senti deglutire rumorosamente, tremare sotto la tua mano premuta tra le sue cosce -…quindi adesso mi inginocchierò qui e finalmente succhierò il tuo uccello…cazzo Sean, quanto voglio sentirlo tra le labbra, accarezzarlo coi denti…- un gemito sfugge alle sue labbra, e realizzi che è la prima volta che tu, il poeta, parli in quel modo, ma a quanto pare al tuo amante piace -…e quando avrò finito ti farò girare e mentre i tuoi capezzoli strusceranno contro il tubo freddo ti fotterò con la lingua, facendoti venire solo con quello… cosa ne pensi Sean?- apre la bocca per risponderti ma

 

-…cazzo- e l’unico gemito che gli sfugge, perché finalmente la tua mano si è chiusa, irresistibilmente, contro la sua carne dura. Senti un impulso sconosciuto che ti spinge ad inginocchiarti per terra e prenderlo in bocca, qualcosa di animale, di incontrollabile, che fa crollare ogni tuo pudore, ma quel poco controllo che ti è rimasto ti convince che non è ancora il momento. A fatica ti sfili la cintura e gli blocchi i polsi sopra la testa. Lui geme di frustrazione, sai benissimo che odia non poterti toccare, ma prima che possa realmente protestare la tua bocca è premuta contro la sua, il suo labbro inferiore tra i tuoi denti, i suoi gemiti soffocati contro di te, mentre il suo corpo rabbrividisce di piacere. Sposti il viso leccandogli l’attaccatura tra collo e mascella, scendendo lungo la sua gola che si contrae, degluttendo  nervosamente, e finalmente scendi, affondando il volto nel suo petto, respirando a fondo l’odore di sudore e fumo e Sean, chiedendoti se non basti solo quello a mandarti oltre il limite. Ed è in quel momento, con quel dubbio, mentre senti la tua eccitazione pulsare ancora contro i pantaloni, che decidi che prima sarà lui a dover impazzire. Chiudi la bocca su una delle due punte scure e turgide, tormentandola coi denti, seguendo i contorni dell’aureola con la lingua, mentre le unghie, troppo corte per far male, tormentano l’altra. I suoi gemiti ti riempiono le orecchie, ti eccitano a tal punto che la mano libera è costretta a scendere e slacciarti i pantaloni ormai troppo dolorosi. Gemi di sollievo quando finalmente la pressione contro la tua erezione si allenta. Rapidamente passi all’altro capezzolo, succhiandolo con forza, la lingua poggiata sulla punta per sentire il sangue pulsare in quel punto. Non ce la fai più, i suoi gemiti ti stanno facendo impazzire, il suo sesso sta pulsando contro il tuo petto, lo senti attraverso la maglia ormai bagnata per le prime gocce che hanno iniziato ad uscire dalla sua carne. Con un sospiro tremolante ti lasci cadere sulle ginocchia, ti siedi sui talloni e, prima che lui possa anche solo gemere, ce l’hai in bocca. (N.d.A. mi dispiace…io qui sono svenuta sotto alla scrivania… non so cosa verrà scritto da questo punto in poi… non sono cosciente…). Se te lo chiedessero non sapresti dire chi dei due stia godendo di più in quel momento. Gli tieni i fianchi fermi contro il palo, mentre ti muovi esasperantemente lento. Il suo uccello duro scivola tra le tue labbra proprio come gli avevi detto pochi secondi prima. Lo fai uscire completamente dalla tua bocca, afferrandone la base con la mano e leccando le piccole perle di passione che si sono create sulla sua punta gonfia.

 

-cazzo…ti prego…- non sai neppure tu per cosa sta pregando, a dire la verità in quel momento non sai neppure il tuo nome. Lo prendi di nuovo tutto in bocca, cercando di rilassare la gola, accarezzando fin dove ti è possibile con la lingua. Vincendo la tua presa Sean si ritrae, per poi rispingersi in te. Lo lasci fare, limitandoti a chiudere leggermente la mascella per sfregare la sua eccitazione coi denti

 

-ahhhhhhhh…. Cazzo….. ancora….di più…- geme incontrollato, trema. Ti sta facendo andar fuori di testa, non sai per quanto ancora potrai resistere, la tua eccitazione che invoca sollievo. Abbandoni il suo pene, e con la mano accarezzi i suoi testicoli, soppesandoli, sentendoli duri e caldi… è vicino. Troppo vicino. Quasi di scatto, sapendo bene che altrimenti non lo faresti, ti alzi in piedi, spingendo nella bocca del tuo amante le gocce che la tua lingua ha raccolto prima di abbandonarlo. Affamato le succhia via, infilando poi il suo muscolo nella tua caverna calda. La tua mano scivola lungo la sua schiena imperlata di sudore, scivola sul suo sedere, infilandosi tra le natiche. Accarezzi la piccola entrata con l’indice, solo per provocarlo, perché sai bene che, per ora, il tuo dito non spingerà oltre

 

-merda…ti prego…fai qualcosa… sto per impazzire… fammi venire, ti prego- gli sorridi, baciando la solitaria goccia di sudore sulla sua guancia

 

-tranquillo… te l’ho detto che ti avrei fatto venire…. Girati- gli sussurri, afferrandogli i polsi ed aiutandolo a voltarsi. (N.d.A. ho fatto la prova… anche se si è legati così ci si riesce a voltare senza il minimo problema…) Sei di nuovo a terra, ma davanti a te, questa volta, hai quel piccolo buco, invitante e sensuale. Ti rendi conto che non aspettavi altro da ore, mentre, lentamente, ci passi ancora una volta il dito

 

-ti prego… fottimi…- sussurra ansimando, e mai come in quel momento sei stato felice di poterlo accontentare. Passi la lingua dove un istante prima c’era il tuo dito, perdendoti ancora una volta nel suo odore, così diverso da quello del suo petto, eppure altrettanto sensuale, poi, ancora una volta seguendo l’istinto, ti infili dentro di lui, quasi gemendo all’unisono con l’uomo ormai perso nel piacere. Entri ed esci rapido, cercando di spingerti ogni volta più a fondo, le dita affondate nelle sue natiche per aiutarti a tenerlo aperto. Sean ansima, geme, cerca disperato di combattere la morsa delle tue mani e di spingersi contro di te, in una disperata ricerca di quel sollievo che gli stai negando di porposito, evitando di toccare i punti più sensibili. Quando i gemiti diventano singhiozzi, finalmente, ti sforzi di accarezzare il piccolo fascio di nervi, quel punto che sai lo farà impazzire. Urla. Potresti vivere solo di questo. Lo colpisci. Ancora. E ancora. E ancora. Lo senti tremare, ormai incapace anche di gemere, e rapido stringi una mano contro la sua eccitazione, sentendo il liquido bollente tra le dita, le tue orecchie riempite dal suo urlo. Dal tuo nome. Con la mano pulita, ancora una volta, lo aiuti a voltarsi. Il suo volto è arrosato e sudato, i suoi occhi sono socchiusi. Sorride. Deliberatamente ti porti la mano alle labbra e ti succhi un dito, sentendo quel gusto tanto familiare

 

-è questo che ti faccio? Senti, assapora il mio effetto su di te…- gli sussurri all’orecchio, spingendogli la mano contro la bocca, osservando la sua lingua che ti pulisce. Quando ritrai la mano cominci ancora una volta a baciarlo con passione, mentre frughi nelle tasche dei suoi pantaloni, che hai tirato su con un piede, alla ricerca di quel tubo, che tu stesso gli hai visto prendere prima di uscire di casa. Gemi soddisfatto quando lo trovi, e anche a lui sfugge un gemito di piacere ed anticipazione. Sorridi stupito quando scopri che a un uomo della sua età serve così poco tempo di ripresa. Ti allontani da lui giusto il tempo di sfilarti la maglia, poi riprendi a baciarlo mentre, finalmente, ti levi i pantaloni. Ti scosti. I suoi occhi vagano sul tuo corpo nudo, il suo sguardo brilla.

 

-per favore, fatti toccare- scuoti la testa ridendo, mentre finalmente la vasellina (ahahaha qta è per Raffie) luccica sulle tue dita -no… sono pronto…fottimi subito…- e di colpo tutta la tua passione si tramuta in dolcezza. Con la mano pulita gli accarezzi il viso

 

-sai che non è così…ti farò male Sean…- sorride dolcemente, scuotendo la testa

 

-no… forse un po'… ma la tua lingua è stata abbastanza, adesso voglio sentirti… per favore…- annuisci mentre l’uomo ti cinge prontamente le gambe attorno ai fianchi, la passione e il desiderio hanno di nuovo il controllo su di te. Rapidamente ti spremi gran parte del contenuto del tubetto sulla mano, preparandoti con un paio di gesti e, finalmente, ti spingi tutto dentro il tuo amante. Resti fermo un attimo, dandogli il tempo di abituarsi alla sensazione, ed è in quei momenti che ti rendi conto che insieme siete completi.

 

-muoviti… - sussurra e tu esci un po' da lui, per poi spingerti dentro lentamente -no… non così…veloce…voglio sentirti… Scopami…- l’ultima parola segna la tua fine. I suoi occhi sono la cosa più incredibile che hai mai visto. Ti spingi dentro di lui rapido, gemendo, invocando il suo nome. Senti i suoi muscoli che si stringono attorno alla tua carne, la sua bocca che ti bacia ogni centimetro che riesce a raggiungere… è tremendamente caldo, e più stretto del solito non essendo stato preparato. È semplicemente allucinante.

 

-sono…sono vicino…- gli sussurri, stringendo forte la mano attorno alla sua erezione e muovendoti a tempo con le spinte del tuo bacino.

 

-anch’io….cazzo…di più…. È…è….incredibile..- poi solo parole e versi inconsulti escono dalle nostre labbra. Lo senti gemere ancora una volta prima di sentirlo sciogliersi contro il tuo petto, contro la tua mano, ma in realtà non te ne accorgi, perché il suo orgasmo, i suoi muscoli che si stringono ritmicamente attorno a te sono tutto ciò che ti serve per farti venire. Esplodi dentro di lui, i denti affondati nella sua spalla a soffocare un urlo. Rimani così per qualche secondo, finchè il suo peso diventa troppo. Gli fai poggiare i piedi a terra e, nonostante il tuo unico desiderio sia ora quello di sederti, ti sporgi a slegargli i polsi per liberarlo dalla scomoda posizione. Scivolate sul pavimento, lui ancora la schiena contro il palo, tu col volto affondato nel suo petto. La sua mano tremante che ti accarezza dolcemente i capelli. Ci sarebbero decine di cose che vorresti digrli, ma sei troppo stanco per farlo.

 

-ti amo Viggo- lo senti sussurrare mentre le labbra calde ti sfiorano la fronte sudata

 

-anche io…- gli rispondi dolcemente, baciandogli la gola…

 

anf anf… non posso credere di aver davvero scritto io questa cosa… mi vergogno di me stessa! Lol! Ma dov’è finito il mio pudore? (cosa? Dite che non l’ho mai avuto?…mmmm…. può anche essere…) scusate se in certi punti sono stata un po' troppo pesante… mi è venuta così…(lol e anche questa…)

bene… ora, col mio bel ormoncino che balla la lambada attorno al palo con legato Sean (o è caiuccia? Mah, mica lo capisco da qui…) me ne vado a studiare filosofia (tanto Freud va benissimo dopo questo…^_-)

un bacio grande!!

 

ehi, ci siete ancora tutte? siete vive? state andando a denunciarmi per oscenità?

/me che si vergogna... ma voi lo sapete che normalmente scrivo cose pucciose... (vabbè...*anche* cose pucciose ^^;)

ma perchè oggi sto post dai colori improbabili?? O.o lol! scusatemi, sono impazzita!

 


Current Mood: embarrassedembarrassed

(23 comments | Leave a comment)

Comments:


[User Picture]
From:loll_3000
Date:March 28th, 2004 05:59 am (UTC)
(Link)
Degno delle migliori NC-17 USA!!!
E ora vado a farmi una doccia fredda, se permetti.

LoLL con gli ormoni impazziti
[User Picture]
From:chainer_morgana
Date:March 28th, 2004 12:24 pm (UTC)
(Link)
e detto da te è un complimento enorme! lol! grazie!
prego prego, buona doccia! lol!
From:garthsidh
Date:March 28th, 2004 06:47 am (UTC)

Complimentoni!!!

(Link)
Davvero bellissima e hottona!!!!! ^ ^ hi hi hih!!!
sono entraata da poco ...infatti non so ancora postare ma solo commentare!! ^ ^''
piano piano mi ambienterò ^ ^
Tanti baci e ancora complimenti Garth!
[User Picture]
From:chainer_morgana
Date:March 28th, 2004 12:25 pm (UTC)

Re: Complimentoni!!!

(Link)
grassie!
benvenuta! lol! non ti avevo ancora vista, corro ad aggiungerti ai friends!
un bacione!
[User Picture]
From:ariadni
Date:March 28th, 2004 09:22 am (UTC)
(Link)
Una spiegazione per i colori improbabili del post? Sei ancora sotto l'effetto della tua stessa fic ;)
Grazie ancora, tesssora, che posso dirti oltre a quello che ti ho già detto? Chela scelta della seconda persona è veramente azzeccata, la rende ancora più coinvolgente ed hot, se possibile.Insomma, è...da sturbo, decisamente! Ed e' già nell'Olimpo delle mie pwp preferite, come ti ho già detto.
Un abbraccio.
[User Picture]
From:chainer_morgana
Date:March 28th, 2004 12:26 pm (UTC)
(Link)
lol probabile...sai, postandola l'ho riletta...;)
grazie mille tata... sono comossa!
un bacio! :*
[User Picture]
From:lady_ninde
Date:March 28th, 2004 10:12 am (UTC)

Wow!

(Link)
Ciao, è stupenda, ed è proprio il linguaggio così diretto, duro, a renderla bella. E’ bella perché è scritta senza freni e senza scrupoli, seguendo solo l’immaginazione e le situazioni incredibili che ha creato. Davvero, una cosa magistrale, erotica al massimo grado!
Nïnde
[User Picture]
From:chainer_morgana
Date:March 28th, 2004 12:27 pm (UTC)

Re: Wow!

(Link)
grazie! e io che avevo paura di postarla per via del linguaggio... lol ^^;
ciu! bacio!
[User Picture]
From:lady_ninde
Date:March 28th, 2004 12:33 pm (UTC)

Re: Wow!

(Link)
Prego, mi hai fatto rizzare tutti i peli! Posso "friendizzarti" anch'io?
[User Picture]
From:chainer_morgana
Date:March 28th, 2004 12:40 pm (UTC)

Re: Wow!

(Link)
lol!
*devi* friendizzarmi!
bacione!!
From:kinseymill
Date:March 28th, 2004 11:40 am (UTC)
(Link)
WOW! Sono senza parole....sto solo visualizzando di nuovo tutta la scena e...*THUD*! Davvero niente da invidiare alle più note NC-17, complimenti!! :)))
[User Picture]
From:chainer_morgana
Date:March 28th, 2004 12:27 pm (UTC)
(Link)
non dire così, che poi mi rimetto anch'io a visualizzare! lol! grazie anche a te!!!
kiss!
[User Picture]
From:scarletblood
Date:March 28th, 2004 02:23 pm (UTC)
(Link)
E come volevasi dimostrare è un successone!!
E tu che continui a farti mille problemi :P
Che dire tata...sarà la volta che se mi licenziano per farmi mantenere da te mi trasferisco a genova!!E sinceramente la prospettiva non sarebbe male, potrei anche rinunciare al mantenimento :P
Che dire a parte che ho arfeggiato quando l'ho letta la prima volta, e succede tutt'ora rileggendola!
Magnifica, hottissima e ripeto Vig che parla in quel modo è qualcosa di *________________________* *THUD* *DIES*
[User Picture]
From:chainer_morgana
Date:March 29th, 2004 03:49 am (UTC)
(Link)
shi shi! vieni a genova!!!!
lol che ti sarebbe piaciuta non dubitavo ^_-
un bacione grande grande!
[User Picture]
From:nanaosaki
Date:March 28th, 2004 04:07 pm (UTC)
(Link)
non la rileggo sennò rifaccio un commento stile quello che ti ho scritto in pvt l'altro giorno

da sentirsi male

è hot da morire, oltretutto questo pairing mi sta prendendo molto ultimamente hehehe

no davvero non devo rileggerla


no no no

ho lezione alle nove domani io! non ci posso arrivare con gli ormoni che ballano la lambada nudi sopra i rimasugli del mio cervello vuoto!

ma ti dico una cosa gin.........


ehm...............

..............ma
[User Picture]
From:nanaosaki
Date:March 28th, 2004 04:08 pm (UTC)
(Link)
quando cacchio vieni a slegarmi???????????????

ROTFL!

bacio tata!

cielo alto a te!
[User Picture]
From:chainer_morgana
Date:March 29th, 2004 03:52 am (UTC)
(Link)
tesoro, ma era tanto bella la tua mail di commenti! lol! una delle migliori della mia vita, te l'ho detto...^_-
il mio ormone la lambada la sta ancora ballando... durante il tema era lì, nudo sul banco, e intanto recitava pure pezzi della fic di lilith...
[User Picture]
From:chainer_morgana
Date:March 29th, 2004 03:54 am (UTC)
(Link)
mmm... e perchè mai dovrei slegarti? ti ho pure mandato Viggo... cosa vuoi di più che essere legata ad un palo con Viggo davanti? ma io non so.. nn ti va proprio bene niente! lol
[User Picture]
From:laura_iskra
Date:March 28th, 2004 11:06 pm (UTC)
(Link)
gosh.. mentre aspetto la rianimazione.. bella, hot certo, ma scritta davvero bene.. ne ho amato e sentito ogni istante.. ma mi hai tolto il respiro gia' alla cintura.. e dio.. lo sguardo luccicoso mi accompagnera' per tutta la giornata...
[User Picture]
From:chainer_morgana
Date:March 29th, 2004 03:57 am (UTC)
(Link)
la rianimazione sono Sean e Viggo in camice bianco, giusto? magari che ti fanno la respirazione bocca a bocca... no, perchè anch'io avrei qke problemino... ;)
già alla cintura? siamo messe bene allora! lol! ora ti sto immaginando cn gli occhi a forma di stellina...
un bacione!!
[User Picture]
From:laura_iskra
Date:March 29th, 2004 07:35 am (UTC)
(Link)
stellina nn e' la cosa giusta..
pero' in mezzo a loro.. mi rianimerei mooolto volentieri...
[User Picture]
From:chainer_morgana
Date:March 29th, 2004 07:53 am (UTC)
(Link)
solo per poi poter risvenire ^_-
[User Picture]
From:laura_iskra
Date:March 29th, 2004 08:24 am (UTC)
(Link)
mmmhhh pensavo a fare altro in realta'..

> Go to Top
LiveJournal.com